Menu
Cerca

Il Mare in 3D

Il Mare in 3D

25/06/2017 - Progetti

Il Mare in 3D: molte le attività estive e un bellissimo video spot

Il Mare in 3D: molte le attività estive e un bellissimo video spot

Il progetto "Il Mare in 3D", grazie al contributo di Costa Crociere Foundation, recupererà la plastica gettata in mare per produrre delle bobine per le stampanti 3d con cui realizzare kit didattici e accessori dedicati al mondo del mare.

Il PROGETTO IL MARE IN 3D

In questo progetto, grazie al contributo di Costa Crociere Foundation, Scuola di Robotica con la collaborazione di RSTA (una Società Cooperativa che riunisce ed organizza un’ampia gamma di competenze specialistiche per fornire l’assistenza necessaria ad affrontare in modo completo le problematiche ambientali), di molte scuole, delle cooperative di pescatori e del mondo dello snorkeling sta recuperando la plastica gettata in mare per realizzare bobine per la stampa 3D. Con queste stiamo realizzando molti oggetti dedicati al mondo del mare le cui immagini trovate qui:

SITO del PROGETTO  

SU FACEBOOK

AZIONE 1: LE ECOPINNEGGIATE

Le "ecopinneggiate" del  Mare in 3D sono azioni organizzate da associazioni di snorkelisti e divers, in collaborazione con RSTA e SCuola di Robotica, volte a recuperarei rifiuti di plastica dal mare. Nel giugno 2017 sono riprese le “ecopinneggiate”,  iniziative che si svolgeranno in diverse località della Liguria con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema del marine litter, svolgendo nel contempo azioni dirette di rimozione di rifiuti dal fondale marino. Durante questi incontri, Scuola di Robotica mostrerà ai partecipanti la “filiera” di economia circolare organizzata al fine di trasformare materiale plastico (soprattutto tappi di bottiglia) in un filamento per lstampare in 3D oggetti con differenti utilizzi, dal gancio per boccagli e boe di delimitazione di sentieri blu per le attività di snorkeling naturalistico, a stencil per disegnare gli organismi del mare, a oggetti che riproducono organismi marini per spiegare a non vedenti ed ipovedenti la biodiversità marina.
Le prime due Ecopinneggiate, svolte in collaborazione con i biologi marini della cooperativa RSTA, si sono svolte a Finale Ligure e a Genova Boccadasse, coinvolgendo nei due appuntamenti circa 25 subacquei e snorkelisti. I fondali esplorati non sono risultati particolarmente interessati dai rifiuti tuttavia sia a Finale Ligure sia a Genova Boccadasse sono stati raccolti circa 150 kg di rifiuti (40 kg a Finale Ligure e 110 a Genova Boccadasse). Questa disparità è dovuto principalmente al fatto  che a Boccadasse abbiamo avuto la collaborazione  di una associazione di diver, Il Pagauro, i quali,  in immersione,  hanno recuperato un pesante copertone di camion.

La tipologia maggiormente presente sui fondali è la plastica, in molteplici forme, piccoli frammenti, contenitori per alimenti, lenza da pesca, bicchieri e piatti di plastica etc. Sono piuttosto comuni parti di gomme da innaffiare oppure camere d’aria, ma anche resti di piccole imbarcazioni in vetroresina, resti metallici piccoli e grandi.
Tutti questi oggetti abbandonati sul fondale solo in parte vengono rilasciati sui fondali direttamente da barche o dalla linea di costa, il maggior numero arrivano al mare attraverso i fiumi e i torrenti.
La rimozione dal fondale di questi oggetti sicuramente crea le condizioni per una migliore fruizione dell’ambiente marino da parte dell’uomo ed anche l’ambiente ne trarrà giovamento poichè molti di questi rifiuti creano un danno diretto sul fondale ed un danno indiretto sui pesci e gli altri animali che vivono a stretto contatto con il fondale marino. Potete seguire le ecopinneggiate qui

I prossimi appuntamenti dell'estate 2017 saranno:

  • Savona il 3 luglio
  • Loano 6 luglio
  • Pietra Ligure 7 luglio
  • Bergeggi 23 luglio
  • Loano 10 agosto
  • Pietra Ligure 11 agosto
  • Albenga 27 agosto
  • Savona 9 settembre

AZIONE 2: LA PLASTICA DAL MARE PER OGGETTI 3D

Presso il Madlab di Genova sono realizzati molti bellissimi oggetti utilizzando la plastica raccolta dal mare. Potete ammirarli qui

 

AZIONE 3: SENSIBILIZZARE E ALLERTARE

Uno dei principali obiettivi del Mare in 3D e' allertare la pubblica opinione sui danni che la plastica abbandonata provoca all'eco sistema marino. Facciamo questo con tutte le attivita' del progetto, con articoli, interventi e con ogni altro mezzo, tra cui questo ellissimo video in stop motion, realizzato  grazie alla abalita' di Giacomo Mortara,

  

 

 

tags:

Divulgazione, Roboetica, Scienza&Società